Panoramica delle valutazioni

La pianificazione, l’autorizzazione, l’accompagnamento e la pubblicazione di progetti di valutazione avvengono in base agli standard SEVAL e seguono una procedura semplice e trasparente. Le valutazioni sono indipendenti: per tale ragione non sempre i risultati corrispondono al punto di vista della segreteria di Stato.

La tabella di seguito fornisce una panoramica su alcune valutazioni:


Seconda valutazione della formazione professionale di base su due anni con il CFP

Durata Titolo – breve descrizione Partner
Dal 1° novembre 2014 al
30 giugno 2016

Seconda valutazione della formazione professionale di base su due anni con il CFP

La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica (CFP) è stata creata con la legge federale sulla formazione professionale entrata in vigore nel 2004 ed è un'offerta formativa rivolta a giovani ed adulti con abilità soprattutto pratiche. Con l'introduzione del CFP, le precedenti formazioni empiriche e gli apprendistati su due anni vengono progressivamente sostituiti.

La valutazione appura l'idoneità al mercato del lavoro dei titolari di un CFP ed è incentrata sulle loro modalità d'ingresso e di permanenza nel mercato del lavoro, sulla permeabilità e sul tasso di promozioni nelle formazioni CFP.

econcept, Zurigo, e Link Institut, Lucerna

Valutazione nazionale del Case Management Formazione professionale


Valutazione della giornata Nuovo Futuro – prospettive diverse per ragazze e ragazzi

Durata Titolo – breve descrizione Partner
aprile 2014 - luglio 2015

Valutazione della giornata Nuovo Futuro - prospettive diverse per ragazze e ragazzi

Sebbene ragazze e ragazzi possano optare per gli stessi percorsi formativi e le stesse carriere, gli stereotipi di gene-re condizionano tuttora le loro scelte professionali. Durante la giornata Nuovo Futuro (fino al 2010 chiamata «Giornata delle ragazze») ragazze e ragazzi possono scoprire una molteplicità di prospettive per il loro futuro. Partecipando a progetti di vario tipo o accompagnando un adulto sul posto di lavoro, le alunne e gli alunni delle scuole medie (5°-7° anno e, secondo il concordato HarmoS, 7°-9° anno) hanno infatti la possibilità di scoprire professioni e scelte di vita che esulano dai ruoli assegnati per tradizione a donne e uomini. Dal 2005 la Confederazione concede un sostegno finanziario alla giornata. Il sostegno per il periodo 2012-2015 è vincolato a una valutazione esterna. La SEFRI ha conferi-to il mandato di valutazione a una comunità di lavoro costi-tuita da INFRAS, dal Service de la recherche en éducation (SRED) e dall'università di Berna. Scopo della valutazione era esaminare l'efficacia della giornata e dell'impiego delle risorse nonché identificare le possibilità di ottimizzazione a livello organizzativo, attuativo e di raggiungimento degli obiettivi.

Infras

Service de la recherche en éducation (SRED)

Università di Berna de Berne, Istituto di scienze dell'educazione


Valutazione delle manifestazioni di orientamento professionale sovvenzionate dalla Confederazione

Durata Titolo – breve descrizione Partner
maggio 2013 - agosto 2014

Valutazione manifestazioni di orientamento professionale

Le manifestazioni di orientamento professionale sono un importante pilastro nell'offerta di informazioni a sostegno della scelta professionale. Sostenute congiuntamente dagli ambienti economici e dai Cantoni, tali manifestazioni regionali sono una piattaforma su cui soprattutto le associazioni di categoria e i servizi cantonali competenti possono presentare la varietà e la qualità della formazione professionale. Allievi, docenti, genitori e altre cerchie interessate possono così farsi un'idea dell'offerta formativa nelle varie professioni, dei percorsi di carriera e delle possibilità di perfezionamento.

La SEFRI sostiene lo svolgimento di tali manifestazioni in virtù dell'articolo 55 cvp. 1 lett. b della legge sulla formazione professionale (LFPr).

L'oggetto di valutazione sono le manifestazioni di orientamento professionale promosse dalla confederazione tra il 2008 e il 2013 (raggiungimento degli obiettivi, efficacia, coordinamento e collaborazione tra le manifestazioni, esempi di good practice) come pure la pratica di promozione della confederazione.

Landert Brägger Partner

Valutazione Festival della formazione

Durata Titolo – breve descrizione Partner
aprile 2013 - ottobre 2014

Valutazione Festival della formazione

Il festival della formazione si è svolto per la prima volta in Svizzera nel 1996, organizzato dalla Federazione svizzera per la formazione continua (FSEA) all'insegna del motto «vivere è imparare».

La Confederazione sostiene il festival dal 2005 nel quadro della promozione di progetti. La decisione relativa all'attuale periodo di finanziamento (2012-2015) riporta esplicitamente che il festival della formazione deve essere oggetto di una valutazione esterna e che a tal fine la Confederazione riserva i mezzi finanziari necessari.

La valutazione si prefigge di verificare l'impatto e l'efficacia nonché di rilevare le possibilità di miglioramento concernenti l'attuazione e l'efficacia del festival. La valutazione deve inoltre appurare in che misura il festival della formazione soddisfa i criteri di promozione1 della Confederazione e in che misura sono state attuate le condizioni2 poste dalla Commissione federale della formazione professionale (CFFP) e dalla sua Sottocommissione.


Infras

RalphThomas santé social formation

VALUTAZIONE DEL FESTIVAL DELLA FORMAZIONE - Riassunto (PDF, 145 kB, 26.11.2014)PERIODO DI PROMOZIONE 2012-2015
Rapporto finale - Riassunto

ÉVALUATION DU FESTIVAL DE LA FORMATION - francese (PDF, 705 kB, 27.11.2014)PÉRIODE DE SOUTIEN 2012-2015
Rapport final - francese


Valutazione della fondazione SwissSkills

Durata Titolo – breve descrizione Partner
maggio 2013 - aprile 2014

Valutazione della fondazione SwissSkills

Dal 1953 la Svizzera partecipa ai campionati internazionali delle professioni. Per diversi mestieri, inoltre, le associazioni professionali e di categoria svolgono competizioni proprie a livello nazionale. La fondazione SwissSkills gestisce e coordina la partecipazione svizzera ai campionati internazionali e fornisce consulenza alle organizzazioni del mondo del lavoro nello svolgimento dei campionati svizzeri. Dal 2002 la Confederazione sostiene le attività di SwissSkills. I compiti e le prestazioni della fondazione sono stati ridefiniti nel 2008 tramite un contratto di sovvenzionamento con la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI). Tale contratto prevede che dopo undici anni di sostegno le attività di SwissSkills vengano riesaminate.


across.concept

PLANVAL


Valutazione Progetto «Futuro delle SMC» (fase 2)

Durata Titolo – breve descrizione Partner
marzo 2013 - marzo 2014

Valutazione Progetto «Futuro delle SMC» (fase 2)

Dal 2004, con l'entrata in vigore della nuova legge sulla formazione professionale, i diplomi rilasciati dalle scuole medie di commercio (SMC) non sono più considerati equivalenti agli attestati federali di capacità (AFC). Le SMC che intendono rilasciare un titolo federale riconosciuto devono armonizzare i propri cicli ai requisiti della formazione di base commerciale. Per permettere la realizzazione di questa riforma è stato lanciato il progetto «Futuro delle SMC», la cui valutazione si articola in due fasi. Il presente rapporto illustra la seconda fase e si concentra sui livelli di output e impact. Sono stati coinvolti tutti gli operatori della formazione di base organizzata dalla scuola (FOS), sia pubblici che privati.

KEK Consultants

B,S,S. Volkswirtschaftliche Beratung

RalphThomas santé social formation


Valutazione del progetto polota della Swiss VET Initiative India

Durata Titolo – breve descrizione Partner
nov 2012 – aprile 2014 Valutazione del progetto polota della Swiss VET Initiative India (SVETII)

In occasione del 60° anniversario dell’Accordo di amicizia siglato tra la Svizzera e l’India, è stata lanciata la «Swiss VET Initiative India (SVETII)», un progetto pilota nel campo della formazione professionale. L’iniziativa rafforza innanzitutto la competitività delle aziende svizzere che hanno bisogno di sostegno per formare tecnici qualificati nelle loro sedi produttive indiane. La manodopera indiana, dal canto suo, ha la possibilità di seguire una formazione professionale che risponde alle esigenze del mercato, in base a un contratto di lavoro stipulato con un’impresa. L’iniziativa, infine, contribuisce a dare maggior visibilità alla formazione professionale svizzera in un Paese che non ha ancora sviluppato una tradizione in tal senso. L’iniziativa è un contributo alla strategia internazionale della Svizzera in materia di formazione, ricerca e innovazione.
Su mandato della SEFRI, la società econcept AG ha valutato la fase pilota dello SVETII.
econcept AG

Valutazione del progetto Networker e della segreteria della Fondazione Speranza

Durata Titolo – breve descrizione Partner
marzo 2011 – luglio 2012 Valutazione del progetto Networker e della segreteria della Fondazione Speranza

Dal 2006 la Fondazione Speranza lavora per la promozione dei posti di tirocinio e l’integrazione professionale. Con il progetto Networker persegue l’obiettivo di creare e procurare posti di tirocinio per i giovani con difficoltà scolastiche. I cosiddetti networker contattano le imprese per convincerle a creare nuovi posti di tirocinio, soprattutto nella formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica.

La valutazione analizza l’efficacia del progetto Networker e l’attività della segreteria della Fondazione Speranza.
socialdesign

Progetto «Futuro delle SMC»: valutazione della fase di elaborazione

Durata Titolo- breve descrizione Partner 
Giugno 2010 - Settembre 2011 Progetto «Futuro delle SMC»: valutazione della fase di elaborazione

Con la legge del 13 dicembre 2002 sulla formazione professionale (LFPr) il diploma di commercio riconosciuto a livello federale non ha più una base legale. Il progetto di riforma «Futuro delle SMC» consente di adeguare l’offerta formativa delle scuole medie di commercio (SMC) alla nuova legislazione.

Su mandato della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI) e della Conferenza svizzera degli uffici cantonali della formazione professionale (CSFP), l’attuazione del progetto di riforma viene sottoposta a una procedura di valutazione articolata in due fasi.
econcept

Rapporto finale sull’integrazione della cultura generale nella procedura di validazione

Durata Titolo- breve descrizione Partner  
Settembre 2008 – Maggio 2011

Rapporto finale sull’integrazione della cultura generale nella procedura di validazione

Il rapporto finale contiene anche di documentare le esperienze fatte dai Cantoni con i testi e gli strumenti sviluppati dalla SEFRI in collaborazione con gli altri partner della formazione professionale per la validazione della cultura generale. A questo riguardo, sono state analizzate in particolare le seguenti problematiche:

  • Quali risultati emergono dal collaudo degli strumenti di validazione? In quali casi si sono registrati esiti positivi? Dove si presentano i problemi? Sono necessari interventi di modifica? Se sì, quali?
  • Qual è stata la reazione di Cantoni, organizzazioni del mondo del lavoro, periti e candidati nei confronti delle procedure e degli strumenti prescelti?
  • La collaborazione tra i periti della professione e quelli di cultura generale è effettiva? Contribuisce a valutare la cultura generale tenendo conto delle peculiarità della formazione specifica?
  • Durante la fase di attuazione sono stati sviluppati altri strumenti ausiliari per la validazione della cultura generale? Se sì, quali? In questo campo sono necessari altri ausili, uniformi a livello nazionale?

IFFP Lausanne


EHB Zollikofen


Valutazione dell’attuazione Case Management Formazione professionale

Durata Titolo- breve descrizione Partner
Maggio 2009 - Marzo 2011

È nell’interesse di tutti, Confederazione, Cantoni, economia e società, che il maggior numero possibile di giovani riesca a conseguire un titolo di formazione postobbligatoria. Il Case Management Formazione professionale intende contribuire a raggiungere questo obiettivo.

Cinque anni dopo l’avvio, alla conferenza sui posti di tirocinio del 2006, del Case Management Formazione professionale, sono disponibili i risultati della prima valutazione. Essa aveva lo scopo di:

  • fare un confronto tra i programmi attuativi sviluppati,
  • descrivere le esperienze fatte dai Cantoni nella fase di attuazione,
  • indicare una buona prassi per il CM FP.
Landert > Partner

Valutazione progetti di promozione dei posti di tirocinio e di integrazione lavorativa

Durata Titolo- breve descrizione Partner
Giugno 2009 - Giugno 2010 Progetti di promozione dei posti di tirocinio e di integrazione lavorativa: il rapporto di valutazione

Il rapporto di valutazione fornisce un'ampia panoramica dei progetti in materia di promozione dei posti di tirocinio e di integrazione lavorativa (articoli 54 e 55 capoverso 1 lettere f e j Legge sulla formazione professionale) finanziati tra il 2004 e il 2009. I risultati serviranno come punto di riferimento per la richiesta di contributi, l'organizzazione dei progetti, la loro realizzazione e la stesura dei rapporti.
BureauBASS

Valutazione della formazione professionela di base su due anni con CFP

Durata Titolo- breve descrizione Partner
Dal 1° novembre 2009 al
30 novembre 2010
Valutazione della formazione professionale di base su due anni con CFP

La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica (CFP) è un'offerta formativa rivolta a giovani e giovani adulti con abilità soprattutto pratiche. Con l'introduzione del CFP, le precedenti formazioni empiriche e gli apprendistati su due anni vengono progressivamente sostituiti. Attualmente sono in vigore 29 ordinanze sulla formazione di base CFP. La valutazione intende appurare se gli obiettivi della suddetta formazione sono stati raggiunti e se possono essere adottate determinate misure di perfezionamento. Inoltre, è stata rivolta particolare attenzione alla fase di transizione dalla scuola dell'obbligo alla formazione CFP e da quest'ultima al mercato del lavoro o alla formazione professionale di base con attestato federale di capacità.

INFRAS Zürich

Idheap Lausanne


Valutazione procedura di qualificazione della formazione professionale di base

Durata Titolo- breve descrizione Partner
Aprile 2009 - Aprile 2010 Procedura di qualificazione (PQ) della formazione professionale di base

Le procedure di qualificazione della formazione professionale di base sono spesso piuttosto onerose, sia a livello organizzativo, sia a livello economico. Oggetto della valutazione sono le procedure di qualificazione previste dalle ordinanze sulla formazione professionale di base già entrate in vigore. La valutazione è incentrata sull'apprendimento.
B,S,S. Volkswirtschaftliche Beratung, Basel

Ulteriori informazioni