Verifica della coerenza degli esami federali di professione e degli esami professionali federali superiori

Tramite l’ideazione e l’attuazione degli esami federali, gli organi responsabili stabiliscono il livello di formazione superiore dei professionisti del settore e definiscono la qualità degli esami stessi. È quindi nell’interesse degli organi responsabili proporre esami di qualità che corrispondano al livello richiesto per le varie professioni. I regolamenti d’esame disciplinano, per ogni esame, le condizioni di ammissione, il profilo professionale, le competenze da acquisire, la procedura di qualificazione e i titoli protetti.

Al fine di garantire la qualità (art. 8 LFPr) dal 1° luglio 2015 la SEFRI incoraggia gli organi responsabili degli esami federali a sottoporre i propri esami federali a una verifica della qualità e della coerenza da parte di un istituto specializzato e di esperti indipendenti.

Per gli organi responsabili la verifica della coerenza è uno strumento utile per valutare l’esame e ricevere un input per lo sviluppo della coerenza e della qualità dell’esame.

La verifica della coerenza è facoltativa, viene finanziata dalla SEFRI e si effettua su richiesta della divisione Formazione professionale superiore della SEFRI o dell’organo responsabile.

La verifica della coerenza può avvenire secondo due modalità. Il momento in cui si svolge varia in base al tipo di verifica. Inoltre, la coerenza e la qualità vengono esaminate secondo criteri differenti:

Verifica della coerenza tipo 1

In fase di elaborazione o revisione di un esame di professione o di un esame professionale superiore la verifica della coerenza si svolge prima della pubblicazione nel Foglio federale . Con il termine «coerenza» ci si riferisce alla corrispondenza fra i contenuti della direttiva e del regolamento, in particolare per quanto riguarda il profilo professionale, le competenze operative e il livello professionale richiesto, mentre il concetto di «qualità» concerne il rispetto di determinati criteri che devono essere soddisfatti nel caso di un esame federale;

Verifica della coerenza tipo 2

In fase di svolgimento, per gli esami già esistenti. In tal caso, con il termine «coerenza» ci si riferisce alla corrispondenza fra i contenuti dell’esame, della direttiva e del regolamento, mentre il concetto di «qualità» concerne il rispetto di determinati criteri che devono essere soddisfatti affinché un esame possa definirsi organizzato in modo professionale.

Finanziamento

La SEFRI versa a titolo di rimborso per la verifica della coerenza da parte di un istituto o di un esperto l’importo forfettario di 5000 franchi (IVA e spese incluse).

Se vengono svolte in contemporanea la verifica della coerenza di un esame di professione e di un esame professionale superiore dello stesso campo professionale il rimborso è di 10'000 franchi (5000 franchi x 2). In tal caso, per ogni esame viene svolta l’intera procedura e vengono redatti rapporti indipendenti con indicazioni sul coordinamento fra i due esami o sulla loro differenziazione.

Ulteriori informazioni

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/bildung/la-formazione-professionale-superiore/esami-federali--in-generale/associazioni-professionali/verifica-della-coerenza-degli-esami-federali-di-professione-e-de.html