Visita di lavoro del consigliere federale Guy Parmelin a Parigi

Berna, 26.09.2019 - Il 30 settembre 2019 Guy Parmelin, capo del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), si recherà a Parigi per una serie di colloqui con il ministro dell’economia e delle finanze, Bruno Le Maire, e la ministra dell’insegnamento superiore, della ricerca e dell’innovazione Frédérique Vidal. La Francia è a vario titolo un importante partner della Svizzera.

Il colloquio con il ministro dell’economia Bruno Le Maire si focalizzerà sulle relazioni economiche bilaterali, sulla digitalizzazione e sulle questioni di politica europea. Con la ministra dell’insegnamento superiore, della ricerca e dell’innovazione Frédérique Vidal verranno approfondite le politiche dell’innovazione di entrambi i Paesi e la collaborazione europea nel settore della ricerca.

Come la Svizzera, anche la Francia si impegna fortemente a livello multilaterale: in materia di commercio internazionale – attraverso l’Unione europea – per riformare l’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e in seno all’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) sulle questioni legate al lavoro.

La Francia è il quarto partner commerciale della Svizzera. Nel 2018 le esportazioni svizzere ammontavano a 15,2 miliardi di franchi e le importazioni a 16,2 miliardi. La Svizzera è uno dei principali investitori in Francia, con 52,1 miliardi di franchi investiti a fine 2017. Per la Francia, nel 2018 la Svizzera è stato il nono mercato di esportazione, nonché il nono anche per quanto riguarda le importazioni. Stando alle cifre francesi, nel 2018 la Svizzera è stata il quarto più importante investitore estero con un volume di investimenti di 81,5 miliardi di euro.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione SG-DEFR
tel. 058 462 20 07, info@gs-wbf.admin.ch


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Zeitungsständer

Abbonamento alle news

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/attualita/comunicati-stampa.msg-id-76542.html