Pacchetto Orizzonte 2021–2027: il Consiglio federale approva il finanziamento diretto e valuta ulteriori misure

Berna, 20.10.2021 - Fino a nuovo ordine la Svizzera partecipa al programma quadro dell’UE di ricerca e innovazione «Orizzonte Europa» nonché ai relativi programmi e iniziative con lo status di Paese terzo non associato. Lo status in questione permette ai ricercatori e agli innovatori operanti in Svizzera di partecipare a circa due terzi del programma, ma non di ricevere finanziamenti dalla Commissione europea. Il 20 ottobre 2021 il Consiglio federale ha incaricato il DEFR di finanziare direttamente gli attori interessati e ha approvato gli appositi trasferimenti di credito. Inoltre, in collaborazione con il DFF, ha chiesto al DEFR di valutare eventuali misure complementari e sostitutive per rafforzare il polo svizzero della ricerca e dell’innovazione.

Poiché al momento la Svizzera partecipa al pacchetto Orizzonte 2021–2027 come Paese terzo non associato, gli operatori della ricerca e dell’innovazione attivi sul nostro territorio possono accedere solo a due terzi del programma. Anche nei casi in cui è possibile partecipare, i partner di progetto elvetici non vengono finanziati dalla Commissione europea, bensì dalla Confederazione ovvero dal DEFR / Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). Questo finanziamento diretto è stato istituito con il decreto federale sul pacchetto Orizzonte 2021–2027 del 2020 e copre tutte le parti del programma, tra cui «Orizzonte Europa», il programma Euratom, il programma Digital Europe (DEP) e la partecipazione all’infrastruttura di ricerca ITER. Il 20 ottobre il Consiglio federale ha disposto i necessari trasferimenti di credito. In questo modo la SEFRI può garantire ai partecipanti che risiedono in Svizzera un finanziamento diretto di oltre 400 milioni di franchi per il 2021.

Inoltre, in collaborazione con il DFF, il Consiglio federale ha chiesto al DEFR di valutare eventuali misure complementari e sostitutive per rafforzare sul lungo periodo il polo svizzero della ricerca e dell’innovazione. Le misure sostitutive dovrebbero essere attuate qualora in futuro sia ancora impossibile associarsi al programma. Per quanto riguarda le misure complementari, i risultati della valutazione saranno disponibili nella seconda metà del 2022 mentre eventuali misure sostitutive saranno presentate nel corso del 2023. L’obiettivo prioritario del Consiglio federale rimane la rapida associazione della Svizzera al programma. 

«Orizzonte Europa» 

Il programma quadro «Orizzonte Europa» (2021–2027) è il più grande programma di ricerca e innovazione al mondo e vanta un budget di oltre 95 miliardi di euro. Insieme a «Next Generation EU», il pacchetto di misure straordinarie per favorire la ripresa, si prefigge di promuovere la transizione verde e quella digitale in tutta Europa. La Svizzera era pienamente associata al programma precedente («Orizzonte 2020») e punta al medesimo status per «Orizzonte Europa» e per i programmi e le attività connesse (Euratom, DEP e ITER).


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione SG-DEFR
info@gs-wbf.admin.ch
+41 58 462 20 07


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Zeitungsständer

Abbonamento alle news

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/attualita/comunicati-stampa.msg-id-85522.html