3.1.2 Verifica quinquennale

La Commissione SP&Q svolge la verifica quinquennale stabilita nell’ordinanza, valutando la qualità e l’attualità della formazione professionale di base. La data d’inizio della verifica quinquennale, che può essere concordata con una certa flessibilità tra i partner, dipende dalle necessità legate alla formazione professionale di base e da quelle dell’organo responsabile.



Sondaggio e rapporto di verifica

I rappresentanti dei partner e dei docenti di materie professionali nelle Commissioni SP&Q raccolgono informazioni sulla gestione e sull’attuazione degli atti normativi mediante la loro rete di contatti.

  • Avvalendosi di strumenti mirati (sondaggi online, interviste, workshop ecc.) l’organo responsabile raccoglie pareri ed esperienze sull’attuazione degli atti normativi nei tre luoghi di formazione. Vengono interpellati anche aziende di tirocinio, formatori attivi nelle aziende di tirocinio e nei corsi interaziendali, docenti delle scuole professionali e persone che hanno concluso la formazione.
  • La CSFP svolge un sondaggio presso i Cantoni analizzando in particolare le esperienze fatte dall’ispettorato cantonale e dalla direzione d’esame in termini di attuazione.
  • La SEFRI redige un breve rapporto sugli aspetti concernenti lo sviluppo della formazione professionale, i criteri scelti e le condizioni quadro.

La Commissione SP&Q prende atto delle sintesi dei sondaggi e del rapporto della SEFRI, verifica gli aspetti riportati al capitolo 2 e appiana eventuali divergenze. Infine, i rappresentanti dell’organo responsabile redigono un rapporto di verifica completo di raccomandazioni sugli interventi necessari. Il rapporto di verifica contiene anche informazioni sulle esigenze del settore e sull’idoneità al mercato del lavoro dei futuri professionisti e formula proposte sul proseguimento dei lavori.


Definizione degli interventi necessari

In base al rapporto di verifica e alle raccomandazioni di cui sopra, la Commissione SP&Q stabilisce quali interventi sono necessari e presenta una richiesta in tal senso all’organo responsabile. Sono possibili le seguenti decisioni:

  • nessuna modifica;
  • necessità di adottare misure di informazione e di formazione;
  • disposizioni esecutive e strumenti: necessità di elaborare o modificare le disposizioni esecutive o altri strumenti per la promozione della qualità;
  • revisione parziale dell’ordinanza e del piano di formazione, ovvero la revisione di un atto normativo esistente, senza modifiche sostanziali e riguardante solo alcuni articoli dell’ordinanza e alcuni contenuti del piano di formazione. Viene mantenuta la struttura originaria;
  • revisione totale dell’ordinanza e del piano di formazione, ovvero modifiche sostanziali, quali una nuova denominazione professionale o adeguamenti formali rilevanti. La revisione totale si basa sul testo di riferimento dell’ordinanza e sul modello di riferimento del piano di formazione.

Pianificazione e organizzazione del progetto

La pianificazione e l’organizzazione del progetto dipendono dall’entità della revisione. L’organo responsabile designa il direttore del progetto, mentre la Commissione SP&Q svolge la funzione di gruppo direttivo. Al gruppo direttivo si affiancano un responsabile dell’accompagnamento pedagogico-professionale ed eventualmente altri specialisti. I contenuti vengono elaborati da commissioni preesistenti o da gruppi di lavoro temporanei. La pianificazione delle risorse finanziarie e di personale viene effettuata dal direttore del progetto insieme all’organo responsabile (cap. 3.3.1).


Ticket preliminare

Una volta conclusa la verifica quinquennale, su richiesta della Commissione SP&Q l’organo responsabile inoltra la richiesta di ticket preliminare e di contributo federale (forfait) alla SEFRI. Con l’assegnazione del ticket preliminare la SEFRI dà il via libera al proseguimento dei lavori e garantisce la concertazione tra i partner. A seconda degli interventi ritenuti necessari vengono inviati alla SEFRI i seguenti documenti:

  • nessuna modifica: l’organo responsabile invia alla SEFRI il rapporto di verifica e inoltra una richiesta di contributo federale;
  • necessità di adottare misure di informazione e di formazione: l’organo responsabile invia alla SEFRI il rapporto di verifica con le raccomandazioni sulla necessità di adottare misure di informazione e di formazione e richiede un contributo federale;
  • disposizioni esecutive e strumenti: l’organo responsabile invia alla SEFRI il rapporto di verifica con le raccomandazioni sulle disposizioni esecutive e sugli altri strumenti per la promozione della qualità e richiede un contributo federale;
  • revisione parziale dell’ordinanza e del piano di formazione: l’organo responsabile invia alla SEFRI il rapporto di verifica con le raccomandazioni del caso e chiede la revisione parziale dell’ordinanza e/o del piano di formazione, nonché il contributo federale;
  • revisione totale dell’ordinanza e del piano di formazione: l’organo responsabile invia alla SEFRI il rapporto di verifica con le raccomandazioni e chiede la revisione totale dell’ordinanza e del piano di formazione, nonché il contributo federale.

Qualora i lavori di revisione dovessero comportare costi straordinari, tramite la promozione di progetti ordinaria è possibile inoltrare alla SEFRI una domanda di finanziamento individuale del progetto.

La SEFRI comunica per iscritto all’organo responsabile la decisione sull’assegnazione del ticket preliminare. Gli uffici interessati vengono informati del progetto e i lavori possono iniziare.

In concomitanza con l’assegnazione del ticket preliminare la SEFRI informa la SECO e l’UFAM della futura revisione. Circa un mese dopo questi ultimi contattano l’organo responsabile per chiarire le questioni relative alla sicurezza sul lavoro (cap. 2.7) e all’educazione allo sviluppo sostenibile (cap. 2.6).

Insieme a vari uffici federali, vengono informati dell’assegnazione del ticket preliminare anche la CSFP e, per la pianificazione dei lavori di attuazione, il Centro per lo sviluppo delle professioni dello IUFFP (cap. 3.6.1).

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/bildung/formazione-professionale-di-base/handbuch-prozess-der-berufsentwicklung/3-prozess-der-berufsentwicklung/3-1-schritt-1---analyse-zur-entwicklung-einer-neuen-beruflichen-/3-1-2-5-jahres-ueberpruefung.html