Pari opportunità tra uomini e donne

gleichheit-internet

L’uguaglianza giuridica e la parità di trattamento tra uomo e donna sono principi fondamentali sanciti nella Costituzione federale (art. 8 cpv. 3 Cost.). Gli istituti di formazione e di ricerca di tutti i livelli sono quindi tenuti ad adottare misure adeguate per realizzare condizioni di pari opportunità.

Grazie ai contributi della Confederazione le scuole universitarie svizzere hanno messo a punto numerosi progetti e misure e compiuto progressi per quanto riguarda l’uguaglianza tra i sessi. La percentuale di donne tra i docenti e tra gli studenti delle materie MINT (matematica, informatica, scienze naturali e tecnica) sta lentamente aumentando. Tuttavia, soprattutto tra i docenti di alcuni settori le donne sono ancora nettamente sottorappresentate (in media il 18% nelle università e il 32% nelle scuole universitarie professionali). Anche negli organismi decisionali la presenza femminile è molto scarsa.

Le misure per garantire un’effettiva parità di trattamento, ad esempio tramite l’eliminazione delle barriere che impediscono alle donne di intraprendere studi e carriere e il miglioramento della conciliabilità tra lavoro, studio e famiglia vengono portate avanti per consentire alle donne di partecipare in maniera paritaria alle attività del mondo accademico e scientifico.

Basi legali: le disposizioni costituzionali sono specificate nella legge federale del 24 marzo 1995 sulla parità dei sessi; per il settore delle scuole universitarie sono determinanti anche le disposizioni della legge federale del 30 settembre 2011 sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero (LPSU). Nella LPSU la promozione delle pari opportunità viene sancita esplicitamente come un compito importante nell’ambito dell’accreditamento istituzionale e dei sussidi vincolati a progetti.

Scuole universitarie e settore dei PF: nel quadro del messaggio sulla promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione negli anni 2017–2020 la Confederazione mette a disposizione delle scuole universitarie sussidi vincolati a progetti. Come nei periodi di promozione precedenti, l’uguaglianza tra i sessi viene sostenuta mediante un progetto denominato «Pari opportunità e sviluppo delle scuole universitarie». Per maggiori informazioni
Il Consiglio dei PF e le istituzioni del settore dei PF promuovono le pari opportunità e puntano ad aumentare la percentuale di donne nell’insegnamento e nella ricerca oltre che in posizioni dirigenziali e all’interno degli organismi decisionali.
Per maggiori informazioni:

www.ethrat.ch/de/chancengleichheit/vielfältige-frauenförderung-im-eth-bereich

www.fix-the-leaky-pipeline.ch

www.ethz.ch/services/de/anstellung-und-arbeit/arbeitsumfeld/chancengleichheit/strategie-und-zahlen/gender-monitoring.html

www.ethz.ch/services/de/anstellung-und-arbeit/arbeitsumfeld/chancengleichheit.html

equality.epfl.ch

Promozione della ricerca: il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS) si adopera per promuovere la presenza paritaria ed equilibrata di donne e uomini in tutte le funzioni, gli organismi e gli strumenti.
www.snf.ch/de/derSnf/forschungspolitische_positionen/gleichstellung/Seiten/default.aspx

Europa: dal 2004 la Svizzera fa parte dell’Helsinki Group Gender in Research and Innovation che come gruppo correlato allo SER, dal 2015, permette di integrare gli obiettivi relativi all’uguaglianza nella Roadmap dello SER.
Per maggiori informazioni:

ec.europa.eu/research/era/pdf/era_progress_report2016/era_progress_report_2016_com.pdf

www.sbfi.admin.ch/sbfi/it/home/temi/cooperazione-internazionale-nel-campo-della-ricerca-e-dell-innov/lo-spazio-europeo-della-ricerca--ser-.html

Indicateurs sur l'égalité des chances entre femmes et hommes dans les hautes écoles suisses (francese)

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/hs/scuole-universitarie/hochschulpolitische-themen/chancengleichheit-von-frau-und-mann.html