Lanciatori europei

bild0
© ESA/CNES

I lanciatori spaziali europei garantiscono all'Europa un accesso allo spazio. Il programma dell'ESA volto a sviluppare e costruire vettori europei ha visto la luce nel 1973. Da allora gli Stati membri hanno contribuito alla realizzazione di cinque generazioni di lanciatori Ariane, a cui presto se ne aggiungerà una sesta, ancora in fase di sviluppo. Dal Centro spaziale europeo di Kourou, nella Guyana francese, satelliti istituzionali e commerciali vengono lanciati nello spazio da una famiglia di vettori (Ariane, Vega e Soyuz). I sviluppi in corso nell'ambito dei programmi ESA permetteranno di migliorare ulteriormente la flessibilità e il rapporto tra costi e benefici dei trasporti spaziali dell'Europa, rendendo questi servizi di lancio competitivi per tutto il settore.

Contributi dell'industria svizzera

L'industria svizzera è stata coinvolta nella progettazione e nella costruzione dei lanciatori europei sin dai primi stadi di Ariane 1. Dagli anni Ottanta a oggi numerose generazioni di carenature elvetiche, sviluppate e prodotte da RUAG dal 2009, sono state montate su tutte le versioni dei lanciatori Ariane, sui Vega più piccoli e persino sugli Atlas V fabbricati da Lockheed Martin. Inoltre, imprese svizzere come APCO Technologies e Meggitt hanno contribuito alla realizzazione di impianti per  i test, lo sviluppo e la manutenzione del Centro spaziale europeo nonché alla fornitura di attrezzature per il trasporto di componenti per lanciatori e satelliti.

bild1
© CNES/ESA
bild2
© ESA/CNES

Ulteriori informazioni

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/ricerca-e-innovazione/affari-spaziali/les-lanceurs-europeens.html