EMBL, Laboratorio europeo di biologia molecolare, Heidelberg

embl

© EMBL 

Il Laboratorio europeo di biologia molecolare è stato fondato nel 1974. Ne sono membri il Belgio, la Danimarca, la Germania, la Finlandia, la Francia, la Grecia, la Gran Bretagna, Israele, l'Italia, i Paesi Bassi, la Norvegia, l'Austria, il Portogallo, la Svezia, la Svizzera e la Spagna. L'EMBL promuove la collaborazione europea nell'ambito della ricerca fondamentale condotta in biologia molecolare, mette a disposizione l'infrastruttura necessaria e partecipa al continuo sviluppo di strumenti di alta qualità per la biologia moderna.

Con un programma per ospiti, un programma internazionale per dottorandi e l'organizzazione di numerosi corsi e workshop, l'EMBL contribuisce in maniera significativa alla formazione degli attuali e futuri specialisti europei in biologia molecolare.

Grazie alla quantità, alla qualità ed ai risultati dei lavori svolti, l'EMBL è diventato uno dei laboratori migliori a livello mondiale. Negli USA è sinonimo di una ricerca europea di punta nel settore. L'EMBL stimola le ricerche di biologia molecolare nella comunità scientifica europea: ne sono la prova le centinaia di progetti che ogni anno vengono avviati in collaborazione con i laboratori degli Stati membri. I servizi che offre ai ricercatori europei sono riconosciuti unanimamente come un contributo essenziale al mantenimento di una ricerca di alta qualità nel settore della biologia molecolare.

La sede principale dell'EMBL si trova ad Heidelberg, dove operano circa 300 ricercatori. Esistono poi gruppi di ricerca sulla genetica dei topi a Monterotondo presso Roma, dove si trova anche l'European Mutant Mouse Archives (EMMA). Due unità decentralizzate ad Amburgo e a Grenoble permettono all'EMBL ed ai biologi degli Stati membri di utilizzare le radiazioni del sincrotrone DESY (Deutsches Elektronen-Synchrotron), dell' ESRF (European Synchrotron Radiation Facility) e del flusso di neutroni dell' ILL (Istituto di Laue-Langevin).

La sede di Hinxton presso Cambridge, l'European Bioinformatics Institute (EBI), amministra la banca elettronica di dati di biologia molecolare più importante in Europa ed ospita gli archivi di ricerca di bioinformatica. In tutto, l'EMBL conta quasi 1000 collaboratori.

La partecipazione svizzera

La comunità scientifica in Svizzera ha contribuito in maniera significativa alla creazione del laboratorio ed ha sempre appoggiato l'Organizzazione, traendone molteplici vantaggi. La Svizzera partecipa con una quota del 3,2% al budget annuo dell'EMBL che ammonta a circa 71 milioni €. Il credito necessario è previsto nel budget della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione SEFRI.

Ulteriori informazioni

Contatto

SEFRI, Isabella Beretta

Consulente scientifica
Organizzazioni internazionali di ricerca

T +41 58 462 84 17

Stampare contatto

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/temi/cooperazione-internazionale-nel-campo-della-ricerca-e-dell-innov/programmi-e-strumenti-di-collaborazione-nei-campi-della-ricerca-/embl--laboratorio-europeo-di-biologia-molecolare--heidelberg.html