Programmi di cooperazione bilaterali

web-bild-bila

La politica scientifica internazionale della Confederazione verte su cooperazioni con l’Europa e il Nord America, ma anche con altri Paesi che presentano un elevato potenziale di sviluppo scientifico e tecnologico. I programmi di cooperazione bilaterali della Confederazione, lanciati nel 2008, mirano ad approfondire la cooperazione in materia di ricerca e innovazione con queste regioni.



Nella sua Strategia internazionale in materia di educazione, ricerca e innovazione, il Consiglio federale sottolinea l'importanza per la Svizzera di rimanere tra le nazioni leader in questo settore. La realizzazione dell’obiettivo dipende, tra l’altro, dall’impegno degli attori ERI sul piano internazionale, dalla presenza di condizioni quadro ideali e dalla disponibilità di risorse finanziarie sufficienti. Dovendo affrontare sfide internazionali al crocevia tra cooperazione e concorrenza, gli attori ERI svizzeri possono rafforzare le proprie competenze e la volontà di apprendere, le loro capacità nel campo della ricerca, la forza innovativa e la loro creatività. Favoriscono inoltre lo scambio di idee e contribuiscono a fornire risposte a problemi globali.

Nel 2008 il Consiglio federale ha lanciato i programmi di cooperazione bilaterali per promuovere la cooperazione con partner del settore ERI al di fuori dell’Europa. L’obiettivo di questi programmi è di intensificare la cooperazione in materia di ricerca e innovazione con regioni che presentano un elevato potenziale di sviluppo scientifico e tecnologico. Fondati sui principi dell’interesse reciproco, del finanziamento congiunto e dell’eccellenza scientifica, questi programmi sono intesi a facilitare l’istituzione di partenariati durevoli e sostenibili. I programmi bilaterali sono costituiti da due strumenti complementari: progetti di ricerca congiunti (Joint Research Projects; JRP) con i Paesi BRICS nonché con l’Argentina, la Corea del Sud, il Giappone e il Vietnam e attività pilota portate avanti dalle Leading Houses in collaborazione con regioni promettenti. Insieme Swissnex, i programmi bilaterali sono il principale strumento della Confederazione, a livello bilaterale ed extraeuropeo, per rafforzare l'attrattivà della Svizzera tra gli attori ERI a livello internazionale.

Joint Research Project

I progetti di ricerca congiunti (Joint Research Projects) vengono svolti dal Fondo nazionale svizzero (FNS) su mandato della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) e in cooperazione con le enti di finanziamento  in Argentina, Brasile, Cina, India, Giappone, Russia, Sudafrica, Corea del Sud e Vietnam. Questi JRP durano solitamente da tre a quattro anni e permettono ai ricercatori svizzeri di affrontare questioni specifiche insieme ai ricercatori dei Paesi partner. Nel periodo 2017–2020 sono stati sostenuti più di 100 progetti di ricerca congiunti. Grazie al loro successo, i programmi bilaterali saranno portati avanti negli anni 2021–2024. D’intesa con le organizzazioni partner, il FNS lancia a intervalli regolari specifici concorsi per iniziative di ricerca più ampie.

Attività pilota delle Leading House

Nel modello «Leading House» diverse scuole universitarie svizzere sono incaricate dalla SEFRI di istituire, nell’ambito dei programmi di cooperazione bilaterali, strumenti di cooperazione per finanziamenti iniziali e progetti pilota innovativi. Il modello si è dimostrato particolarmente utile ed efficace per allacciare contatti privilegiati e testare nuovi strumenti di cooperazione nei settori della ricerca e dell’innovazione. Tra il 2017 e il 2020 sono state sostenute oltre 500 attività pilota nell’ambito della ricerca et dell'innovazione con questi nuovi Paesi e regioni.

Per il periodo 2021–2024 sono state selezionate le seguenti Leading House – d’intesa con la Conferenza svizzera dei rettori delle scuole universitarie swissuniversities – per svolgere iniziative pilota minori:

Questi istituti sono incaricati dalla SEFRI di perseguire, in qualità di Leading House, i seguenti obiettivi strategici:

  1. contribuire allo sviluppo della cooperazione scientifica tra la Svizzera e i Paesi ad alto potenziale delle regioni interessate, sviluppando strumenti di cooperazione che rispondono agli interessi della comunità scientifica svizzera;
  2. promuovere tra gli attori ERI svizzeri le conoscenze sui Paesi ad alto potenziale della regione interessata e fornire loro i necessari contatti e il know-how in loco;
  3. assicurare la rappresentanza degli interessi della comunità scientifica svizzera nei confronti di potenziali partner stranieri della regione interessata.

Research.swiss: panoramica dei principali strumenti di promozione della ricerca e dell’innovazione

Secondo una valutazione commissionata dalla SEFRI nel 2020, i programmi di cooperazione bilaterali della Confederazione generano per i ricercatori svizzeri e i loro istituti un valore aggiunto notevole. Svolgono inoltre un ruolo importante ai fini della diversificazione delle cooperazioni internazionali nella ricerca e fanno aumentare sostanzialmente il numero delle nuove pubblicazioni scientifiche con partner extraeuropei. La valutazione evidenzia inoltre che i programmi bilaterali contribuiscono in ampia misura a creare rapporti internazionali solidi e durevoli tra istituzioni e ricercatori. In vista del proseguimento dei programmi, gli autori della valutazione formulano una serie di raccomandazioni, tra cui quella di uniformare la comunicazione. La SEFRI ha pertanto realizzato, in collaborazione con i suoi partner e con Swissnex, la piattaforma Research.swiss, che non pubblica soltanto concorsi, ma offre anche una panoramica completa di tutti gli strumenti svizzeri di promozione della ricerca e dell’innovazione.

grafik_d

Ulteriori informazioni

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/themen/internationale-forschungs--und-innovationszusammenarbeit/bilaterale-programme.html