Promozione di attività nazionali nel settore spaziale

Parabelflug
© NOVESPACE

Attività nazionali nel settore spaziale

Attraverso la promozione delle cosiddette attività nazionali nel settore spaziale, la SEFRI persegue in particolare tre obiettivi: sostenere maggiormente gli attori svizzeri del settore che operano nelle scuole universitarie e nei centri di ricerca extrauniversitari a scopo non lucrativo, far avanzare l’attuazione della politica spaziale della Svizzera e preparare gli attori in modo ottimale per la partecipazione a programmi ESA o ad altri programmi internazionali.

Informazioni generali

La promozione della partecipazione a programmi e progetti spaziali consente di sostenere gli istituti con sede in Svizzera legati alle attività dell’Agenzia spaziale europea (ESA), di creare condizioni favorevoli per l’industria spaziale svizzera, preparandola anche a future gare d’appalto per i programmi istituzionali europei, e di contribuire alla fase operativa degli strumenti scientifici svizzeri nelle missioni spaziali qualora non siano finanziati da programmi ESA.

Le basi legali per le attività nazionali nel settore spaziale sono costituite dalla legge federale sulla promozione della ricerca e dell’innovazione (LPRI) (RS 420.1) e dall’ordinanza sulla promozione delle attività nazionali nel settore spaziale (OPANS) (RS 420.125).

Possono essere sostenute le seguenti attività:

  1. Preparazione di progetti e programmi internazionali nel settore spaziale o partecipazione agli stessi
  2. Svolgimento di programmi e progetti spaziali
  3. Follow-up della partecipazione a programmi e progetti spaziali
  4. Informazione, consulenza e networking di istituzioni e organizzazioni connesse al settore spaziale

Hanno diritto a sussidi i centri di ricerca universitari e i centri di ricerca extrauniversitari a scopo non lucrativo, che possono richiedere i finanziamenti alla SEFRI.

Di seguito sono descritti i requisiti applicabili alle attività e alle domande nonché i criteri di valutazione e la procedura di domanda.

Requisiti applicabili alle attività e alle domande

Per le attività e le domande valgono i seguenti requisiti:

  • Attraverso le attività nazionali nel settore spaziale la Confederazione può sostenere progetti che rientrano in una delle categorie elencate in precedenza.
  • I sussidi per i progetti sono erogati per al massimo cinque anni. La SEFRI può concedere eventuali proroghe secondo la procedura di domanda qui descritta.
  • I sussidi sono concessi se il progetto riveste un interesse nazionale e la partecipazione non sarebbe possibile senza gli aiuti finanziari della Confederazione.
  • I richiedenti devono dimostrare di poter fornire adeguate prestazioni proprie.

Per presentare le domande, come per il rapporto finanziario, va utilizzato l’apposito modello (v. riquadro in fondo alla pagina).

Le domande devono contenere le seguenti indicazioni:

  1. Nomi dei richiedenti
  2. Istituzione o organizzazione a cui è destinato il sussidio
  3. Descrizione del progetto, compreso il quadro finanziario
  4. Sussidio richiesto alla Confederazione
  5. Indicazioni sulle prestazioni proprie, su altre fonti di finanziamento e sulle prestazioni da parte di terzi
  6. Motivazione della partecipazione svizzera, in particolare indicazioni sull’importanza scientifica e l’interesse per il Paese
  7. Obiettivi e principali risultati attesi

Criteri di valutazione

La SEFRI valuta le domande in base a diversi criteri, suddivisi in tre gruppi:

  • Livello di integrazione nella politica spaziale, di ricerca e di innovazione svizzera: orientamento del progetto alla partecipazione a programmi e progetti internazionali, alla partecipazione concreta e ai lavori successivi alla partecipazione, nonché orientamento all’eccellenza e alla maggiore competitività della ricerca.
  • Criteri generali per la concessione di sussidi federali: utilizzo economico, efficace e mirato dei fondi federali, prestazione propria adeguata, interesse al progetto per il Paese, valutazione della possibilità finanziamento con altri mezzi e di partecipazione della Svizzera senza aiuti finanziari della Confederazione.
  • Criteri tecnici / di contenuto: importanza del progetto per il settore spaziale in generale e per la Svizzera in particolare e criteri validi per i progetti nel quadro del programma di sviluppo PRODEX dell’ESA.

Procedura di domanda

I richiedenti possono contattare la divisione Affari spaziali della SEFRI per ricevere consulenza e informazioni in merito alle attività sostenute ai sensi dell’OPANS così come all’elaborazione e alla presentazione di domande (v. riquadro dei contatti a destra).

Le domande possono essere presentate in qualsiasi momento. A seconda della loro entità e complessità sono da prevedere da due a nove mesi per l’esame, la decisione e l’eventuale stipulazione di una convenzione sulle prestazioni (v. sotto).

Le domande possono essere redatte in tedesco, francese, italiano o inglese e vanno trasmesse alla SEFRI, esclusivamente in forma elettronica, all’indirizzo seguente: space@sbfi.admin.ch

La SEFRI esamina le domande dal punto di vista della forma e del contenuto in base ai criteri di valutazione descritti sopra, dopodiché la stessa SEFRI o il DEFR, a seconda della somma richiesta, decidono se accogliere la domanda di sussidio in base all’articolo 49 dell’ordinanza sulla promozione della ricerca e dell’innovazione (O-LPRI).

La decisione è comunicata ai richiedenti in via formale. In caso di esito positivo, la SEFRI stipula con i richiedenti una convenzione sulle prestazioni per i progetti più importanti. La convenzione disciplina in particolare i dettagli relativi all’attuazione, al resoconto e al versamento dei sussidi federali. Per i progetti di minore portata questi aspetti sono stabiliti direttamente nella decisione.

Non esiste alcun diritto ai sussidi.

https://www.sbfi.admin.ch/content/sbfi/it/home/themen/raumfahrt/informationen-fuer-fachleute/space-narv-funding.html